EDUCAZIONE FINANZIARIA, DIFFERENZE DI GENERE E PARI OPPORTUNITÀ

Educazione finanziaria, differenze di genere e pari opportunità

Il “Piano nazionale per l’educazione al rispetto”, creato dal MIUR ed ispirato dall’Articolo 3 della Carta Costituzionale, prevede l’avvio di attività di sensibilizzazione al rispetto e cultura, in un’intesa più ampia di educazione alla cittadinanza attiva e globale. Le linee giuda previste dal comma 16 dell’Articolo 1 della legge 107/2015 descrivono “L’educazione alla parità tra i sessi, la prevenzione della violenza di genere e di tutte le altre discriminazioni” : le scuole sono quindi chiamate autonomamente a provvedere a percorso di condivisione interessa e di confronto.
Il Piano Nazionale prevede anche un portale “Noi Siamo Pari” (www.noisiamopari.it) in cui si raccolgono contributi, materiali didattici e fuori percorsi formativi pensati per tutti, dagli insegnanti agli studenti e le loro famiglie, con la finalità di contrastare gli stereotipo e le discriminazioni.Anche Global Thinking Foundation partecipa insieme a FEDUF, la Fondazione per l’Educazione Finanziaria e al Risparmio , e Redooc promuovendo buone prassi per inserire l’alfabetizzazione finanziaria tra i banchi di scuola all’Osservatorio NAZIONALE per il monitoraggio e la promozione delle iniziative in ambito educativo e formativo sui temi della parità tra i sessi e della violenza contro le donne, che si basa sulla promozione di modelli di cittadinanza economica inclusivi in ottica di affermazione di pari opportunità e prevenzione della marginalità economica, che sovente colpisce il segmento femminile anche a causa di vicende legate a situazioni di isolamento, prevaricazione o violenza domestica. L’accesso alle risorse economiche, la titolarità e il pieno controllo delle stesse e l’utilizzo consapevole dei servizi finanziari costituiscono uno dei traguardi da raggiungere in tal senso per i quali già in ambito scolastico si può agire.

“Le discriminazioni di genere rientrano anche in ambito economico e finanziario, in cui le donne, anche giovani, presentano delle competenze economiche più lacunose, influenzate anche dagli stereotipi del mondo finanziario. La donna è spesso colpita da una marginalità economica dovuta non solo alle aspettative sociali, ma anche a situazioni più gravi, di isolamento, prevaricazione e violenza.”

La proposta di GLT Fondation e FEDUF comprende l’organizzazione di incontri a livello regionale e coaching mirato a potenziare il corpo docente femminile:

  • nelle proprie competenze economiche
  • valorizzare le differenze, abbattendo i pregiudizi
  • programmazione didattica curriculare

Gli incontri si sono svolti in Toscana (Pisa) 4 Aprile , Lazio (Roma) 10 Maggio , Lombardia (Milano) 23 Maggio. Successive tappe potranno essere pianificate a partire dall’autunno.Per tutte le attività è previsto monitoraggio tramite questionari ed analisi a posteriori . E verranno forniti al MIUR:

  • dati numerici
  • dati qualitativi raccolti con questionario per verificare il riscontro sugli argomenti e l’efficacia degli interventi formativi in termini di ausilio alla didattica
Scarica qui il modulo d’iscrizione per gli incontri a Roma e Pisa e Milano
Global Thinking Foundation e FEDUF sono disponibili a programmare attività ed interventi innovativi per attuare la missione del Piano Nazionale, alla luce anche delle risorse del PON “Per la Scuola” 2014-2020, che coinvolge oltre 200 scuole