NORMATIVE

Riferimenti Normativi

  • Regolamento (UE) 2015/751 del Parlamento Europeo e del Consiglio del 29 aprile 2015 
  • Decreto 14 febbraio 2014, n. 51, Regolamento sulle commissioni applicate alle transazioni effettuate mediante carte di pagamento, ai sensi dell’articolo 12, commi 9 e 10, del decreto-legge 6 dicembre 2011, n. 201, convertito, con modificazioni, dalla legge 22 dicembre 2011, n. 214
  • Decreto 24 gennaio 2014, Definizioni e ambito di applicazione dei pagamenti mediante carte di debito
  • DIRETTIVA (UE) 2015/2366 DEL PARLAMENTO EUROPEO E DEL CONSIGLIO del 25 novembre 2015, Relativa ai servizi di pagamento nel mercato interno, che modifica le direttive 2002/65/CE, 2009/110/CE e 2013/36/UE e il regolamento (UE) n. 1093/2010, e abroga la direttiva 2007/64/CE
  • Testo Unico delle Leggi in materia bancaria e creditizia, Decreto Legislativo 1° settembre 1993, n. 385;
  • Codice delle Assicurazioni private, Decreto Legislativo 7 settembre 2005, n. 209;
  • Testo Unico della Finanza, Decreto Legislativo del 24 febbraio 1998, n. 58;
  • Regolamento CONSOB n. 11.971 di attuazione del Decreto Legislativo 24 febbraio 1998, n. 58, concernente la disciplina degli emittenti;
  • Regolamento CONSOB n. 16.190 di attuazione del Decreto Legislativo 24 febbraio 1998, n. 58, in materia di intermediari;
  • Regolamento CONSOB n. 16.191 di attuazione del Decreto Legislativo 24 febbraio 1998, n. 58, in materia di mercati;

 

Sulla Gazzetta Ufficiale n. 43 del 21 febbraio 2017, è stata pubblicata la legge 17 febbraio 2017, n. 15, di “Conversione in legge, con modificazioni, del decreto-legge 23 dicembre 2016, n. 237, recante disposizioni urgenti per la tutela del risparmio nel settore creditizio”.
Disposizioni in materia di Educazione Finanziaria

“Esprimo grande soddisfazione per l’approvazione dell’emendamento sull’Educazione Finanziaria.” Così il Presidente della Commissione Finanze e tesoro del Senato, Mauro Maria Marino, dopo il voto favorevole, in Commissione, all’emendamento a sua firma alla legge di conversione del decreto Salva Risparmio.

“È stato un percorso tortuoso – aggiunge Marino –  non privo di difficoltà, ma fin da subito abbiamo duramente lavorato perché un risultato, a riguardo, potesse essere raggiunto: l’Educazione Finanziaria è un tassello fondamentale per aumentare la consapevolezza dei cittadini e dotarli di strumenti efficaci per migliorare la gestione delle proprie risorse e della propria vita”.

“Ora – conclude il Presidente Marino – il prossimo passaggio fondamentale è elaborare la Strategia Nazionale, prevista nel testo, nel modo migliore possibile”.

Roma, 7 febbraio 2017

526_526_educazione_finanziaria_infografica_1-page-001

@pictetperte

Top