L’illusione momentanea del crollo della volatilità – Wall Street Italia

Share
6 June 2017 RASSEGNA STAMPA

Analisi a cura di Claudia Segre, presidente di Global Thinking Foundation. La volatilità della borsa americana misurata dall’indice Vix era rientrata, a metà maggio, sotto quota 10 punti, il minimo degli ultimi dieci anni, salutando la vittoria di Emmanuel Macron in Francia. Per qualche giorno ci siamo trovati di fronte a un momento di riflessione per la volatilità. In precedenza si erano registrati solo 10 episodi nei quali l’indice Vix è rimasto sotto quota 10, concentrati soprattutto nel corso degli anni 1993/1994 e 2006/2007.
Contemporaneamente, a metà maggio, terminava l’ampliamento degli spread sul credito, data anche l’attesa di una robusta ripresa dell’offerta di titoli dopo la tregua elettorale nella quale gli emittenti non si erano azzardati a esporsi, se non obbligati da necessità impellenti e imprescindibili. Gli analisti si sono interrogati se fossimo di fronte a una pausa estiva anticipata dei trader di volatilità oppure a un falso segnale di ritorno della propensione al rischio.
Leggi l’articolo