Global Thinking Foundation: Evento annuale tra finanza sostenibile e Cop26

Share
18 Novembre 2021 RASSEGNA STAMPA

“Sostenibilità e tecnologia per la rigenerazione degli ecosistemi” è il tema centrale del 6° Convegno annuale della Global Thinking Foundation che si tiene giovedì 18 novembre a Milano.

Essere precursori su certi argomenti non basta, bisogna avere l’ardire di tirare le somme e andare avanti per ambire a mete ancora più sfidanti, soprattutto nel no profit filantropico. Non vedo altro modo di vivere la mia vita. E dalla Missione 3 su Istruzione e Ricerca e dalla Missione 5 su Coesione Sociale e Inclusione del PNRR dobbiamo trarre indicazioni definitive per orientare i nostri progetti che, oltre ad avere un impatto sociale misurabile, devono diventare un impegno sociale forte e diffuso tra privati e istituzioni, perché la partita della sostenibilità non prevede tempi supplementari.

Il punto di partenza con il quale ci siamo presentati a COP26 ed a presiedere questo G20 è quello di un Paese che è al 25esimo posto per digitalizzazione su 28 Paesi dell’Unione Europea (indice DESI). È dunque evidente l’errore di sottovalutazione cruciale che stiamo compiendo su un tema al centro del Green New Deal europeo.

Altre indicazioni importanti arrivano dai dati dell’EIGE European Index on Gender Equality 2021 secondo cui l’Italia resta sotto la media europea – praticamente fermi al 14esimo posto dal 2018 – con un deficit sui temi della conoscenza, del lavoro e dell’educazione.

Sono stati fatti passi avanti nella salute e nella rappresentanza politica, ma siamo il Paese con il più basso numero di laureati in Europa, peggio di noi solo la Romania, ed il più alto tasso di disoccupazione femminile.

L’educazione finanziaria diventa dunque uno strumento imprescindibile per il benessere individuale, per consentire ai cittadini di raggiungere piena emancipazione e libertà economica.

Tutta questa lista di intenti e buone intenzioni necessita non solo di azioni e riforme politiche ma anche un enorme massa di finanziamenti. Proprio per questo la finanza sostenibile esce da protagonista da queste giornate di COP26 , motivo per il quale abbiamo deciso di porre il nostro Evento Annuale all’interno della Settimana degli Investimenti Sostenibili e Responsabili, organizzata dal Forum per la Finanza Sostenibile.

Il nostro scopo è quello di sottolineare che non ci potrà essere transizione verde senza una finanza rispettosa dei criteri ESG, che sono ormai un fenomeno globale trasversale che ha modificato non solo la natura dei prodotti finanziari ma anche l’approccio agli investimenti e le scelte dei risparmiatori.

Per leggere l’articolo completo della nostra Presidente Claudia Segre clicca qui.