EDUCAZIONE CIVICA: un’occasione da non perdere

Share
22 Settembre 2020 NEWSLETTER GLT

Il rapporto ASviS ci fornisce una valutazione annuale della progressione degli obiettivi dell’Agenda 2030 in particolare quelli del Goal 4 incentrato sull’educazione di qualità, equa e inclusiva. I dati complessivi sono in netto miglioramento in tutte le regioni anche se emergono tuttavia fondamentali criticità; vediamo quali.

Gli esiti delle prove Invalsi ci hanno riproposto una fotografia in cui i divari territoriali, anziché ridursi, si stanno consolidando. La pandemia di Covid19 che ha costretto gli studenti a casa ha acuito questa spaccatura tra Nord e Sud, tanto che si stima che il 40% degli studenti delle regioni meridionali non abbia partecipato alla didattica a distanza. E’ improbabile che i recuperi dei primi 15 giorni di settembre consentano a questi studenti di recuperare tutte le ore che sono state quindi irrimediabilmente perse e che non faranno che aumentare la spaccatura tra Nord e Sud.
Entrando nel dettaglio delle rilevazioni dal rapporto ASviS, osserviamo che per 15 anni consecutivi il numero complessivo degli abbandoni scolastici è stato in diminuzione. Ciò ha fornito la convinzione che le politiche volte a combattere la dispersione scolastica fossero efficaci. Purtroppo però l’ultimo anno scolastico ha visto una preoccupante inversione con un aumento degli early leavers. I giovani che abbandonano il sistema scolastico senza aver conseguito un diploma o una qualifica sale dal 14% al 14,5% allontanandoci così dalle più basse rilevazioni europee. Non possiamo quindi non rilevare una profonda criticità nelle nostre strategie per una scuola inclusiva che dovrebbe consentire a tutti gli studenti di avere uguali possibilità di successo indipendentemente dalle condizioni limitanti iniziali.
Questo peggioramento in termini assoluti nasconde inoltre un’ulteriore insidia poiché gli early leavers sono rappresentanti in larga parte da ragazze. Questo dato, ancora in fase di valutazione e analisi, dimostra come sia ancora lunga e impervia la strada per il raggiungimento della parità di genere. E’ inevitabile pertanto che il raggiungimento del Goal 4 per un’educazione di qualità, equa e inclusiva passi per il raggiungimento del Goal 5 sul raggiungimento della parità di genere.

L’inizio di questo anno scolastico 2020/2021, scandito da difficoltà e incertezze legate al Covid, ci porta però una grande novità: con la Legge 92/2019 è stato reintrodotto l’insegnamento di Educazione Civica. Durante queste ore è auspicabile che accanto all’insegnamento della Costituzione Italiana vengano affrontati i temi dell’Agenda 2030. Se riusciremo a sensibilizzare gli studenti ai temi dell’inclusione sociale, della parità di genere e della sostenibilità delle proprie azioni, non solo avremo combattuto la scarsa alfabetizzazione e la dispersione scolastica ma li avremo anche aiutati a diventare cittadini globali.

Si tratta di un’occasione imperdibile e Global Thinking Foundation sta mettendo in campo tutte le sue risorse per sostenere il raggiungimento dei Goal 4 e 5 con azioni digitali mirate sia agli studenti di ogni ordine e grado sia ai docenti con corsi di formazione appositamente pensati.

Per consultare tutte le attività di GLT continua a navigare sul sito www.gltfoundation.com

Fonte www.asvis.com