Calcolatore Budget

Share

Calcolatore di budget

STIMA MEDIA PERSONALE

Pianificare e calcolare il bilancio familiare, può sembrare complicato, ma è semplice e alla portata di tutti. Il Calcolatore al quale potrai accedere con un clic ti aiuterà e faciliterà il compito di inserire digitalmente le voci di spesa e le entrate, ottenendo uno schema che potrai stampare e impostare secondo la cadenza settimanale, mensile, trimestrale, semestrale o annuale che ritieni più coerente con il tuo piano di vita.

Hai dubbi sulla distribuzione delle spese? Per far ciò non è necessario affidarsi a complicati calcoli matematici, ti suggeriamo di seguire la regola del 50/20/30, messa a punto dall’economista Elisabeth Warren, grazie alla quale la gestione del bilancio familiare è alla portata di tutti.

Questi numeri non sono altro che percentuali di una spesa complessiva, e in particolare corrispondono a quanto si deve spendere periodicamente secondo questa suddivisione:

- il 50% del budget a disposizione, deve essere utilizzato per le spese essenziali, come affitto o rata del mutuo, per le bollette dei servizi come luce, acqua e gas, per le spese di trasporto, l’acquisto di alimenti e tutte le altre spese necessarie delle quali non si può fare a meno;

-il 20% del budget deve essere accantonato come forma di risparmio, per attutire rischi di spese e/o accadimenti straordinari ai quali far fronte, oppure destinato dopo una fase di accumulo anche all’investimento e così al raggiungimento di determinati obiettivi finanziari.

-Il restante 30% dovrebbe essere utilizzato per quelle spese variabili legate anche alla qualità della vita, come ad esempio una cena fuori, per un regalo di compleanno ricorrente o solo per vedere un film al cinema con gli amici. Ma anche i costi per la palestra, una vacanza e l’acquisto di prodotti non di prima necessità rientrano nelle spese “discrezionali”.

Non resta allora che provare il nostro calcolatore applicando questo metodo per poi definire con l’esperienza le proprie regole e percentuali più funzionali.

Ricordate che, avendo un minimo di organizzazione del vostro budget, si possono migliorare le proprie condizioni di benessere finanziario e acquisire consapevolezza e padronanza dei propri soldi, salvaguardando con un comportamento attento i redditi derivanti dall’attività lavorativa .

ENTRATE

Importo € Frequenza
Stipendio o pensione (reddito da lavoro)
Pensioni di invalidità
Assegno di mantenimento
Assegno sociale
Altre entrate (es. affitto immobile, interessi maturati su investimenti)

USCITE

Spese domestiche ordinarie

Importo € Frequenza
Affitto o mutuo
Utenze (elettricità, gas, acqua, riscaldamento, internet, telefono)
Servizi a pagamento (es. Sky)
Spesa alimentare
Costi per i trasporti (es. trasporti pubblici, assicurazione e bollo auto)
Spese per la salute (visite, farmaci)
Spese per la gestione dei figli (es. babysitter, asilo, pannolini)
Spese per la cura dei parenti anziani o con disabilità (es. assistenza domiciliare, badante, centri di assistenza o case di riposo, supporti e protesi)

Spese domestiche straordinarie

Importo € Frequenza
Costi manutenzione (casa, elettrodomestici, giardino)
Spese per la manutenzione dei mezzi di trasporto
Spese per arredi ed elettrodomestici

Spese finanziarie e tasse

Importo € Frequenza
Assicurazione vita
Assicurazione casa
Rimborso di crediti (es. prestiti personali)
Spese finanziarie (es. costo conto corrente/carte di credito/previdenza complementare)
Tasse locali e imposte
Altro

Spese per il soddisfacimento dei bisogni secondari e del benessere sociale

Importo € Frequenza
Abbigliamento e scarpe
Spese legate al mondo della tecnologia
Uscite con gli amici
Libri/musica/video
Spese per lo sport
Spese per attività ricreative (es. corso di cucina)
Regali
Vacanze
Altro