GLOSSARIO DI EDUCAZIONE FINANZIARIA

Share

“L’educazione è l’arma più potente che si può usare per cambiare il mondo”

Nelson Mandela

Il Glossario di educazione finanziaria Parole di Economia e Finanza nasce nell’ottobre del 2016 dall’esigenza di creare un supporto al dibattito sull’evoluzione della divulgazione dei programmi di alfabetizzazione finanziaria, e sulla cosiddetta “financial inclusion”. L’intento è di offrire un mezzo esplicativo, non solo sui temi economici e finanziari contemporanei, ma anche sulla storia dell’economia, sulle banche e sugli investimenti, approfondendo e contestualizzando oltre 350 vocaboli nella realtà quotidiana; riordinando i concetti e aiutando a definire le parti più tecniche che compongono la finanza odierna, è stata così formata una piattaforma di dialogo e di dibattito su tutti i temi finanziari, al fine di promuovere una cultura di cittadinanza economica tra docenti, studenti, famiglie e risparmiatori.
Il progetto è stato reso possibile grazie al lavoro svolto da un pool di professionisti del Team della GLT Foundation, con gli studenti del Master CIBA di Eraclito 2000 di Pisa, e grazie alla collaborazione con la VI Commissione Finanze della Camera dei Deputati.

La terza edizione del Glossario di Educazione finanziaria – Parole di Economia e Finanza (dicembre 2019) unisce alla didattica moderna, e aggiornata della disciplina economica, un aspetto più concreto, strettamente collegato alla realtà economico – finanziaria che stiamo vivendo in questi anni. In particolare, in questa nuova edizione, è stata aggiornata tutta la sezione previdenziale e assicurativa, e non manca una spiegazione dettagliata sul meccanismo di funzionamento dei derivati di credito, senza tralasciare la normativa che tutela i risparmiatori e gli investitori (MIFID II, IDD) ed un’analisi degli stress test delle banche per valutarne la loro solidità. Inoltre, si spiegano e descrivono temi attuali e sempre in auge come la Brexit e il Quantitative Easing (QE). Tutto ciò è stato fatto per dare concretezza e completezza alle tematiche finanziarie che tutti noi abbiamo il diritto e il dovere di conoscere e comprendere, in un’ottica di “financial inclusion” e di maggiore consapevolezza finanziaria, così da poter essere attori primari di una cittadinanza economica proattiva.

Il Glossario è stato tradotto in inglese per poter meglio integrarsi alla metodologia CLIL – Content and Language Integrated Learning – (che con la legge 107 del 13 luglio 2015 entra a far parte degli obiettivi formativi prioritari del sistema scolastico italiano), e per favorire l’acquisizione di contenuti disciplinari e l’apprendimento della lingua straniera.

La seconda edizione, (aprile 2018), arricchita delle infografiche donate da Pictet Asset Management, diventa così ancora più innovativa e fruibile anche nei corsi per gli adulti, ed è presente anche in versione digitale sulla piattaforma Redooc.com,nella sezione di Educazione Finanziaria, a fianco di oltre 1200 esercizi e test, per approfondire la materia in modo interattivo sia in classe che a casa, in modo semplice e facile per tutti. La definizione di ogni concetto espresso nelle domande e risposte servirà a facilitare l’apprendimento anche degli argomenti più complessi favorendo un passaggio di competenze generazionale in famiglia come naturale iterazione con la piattaforma digitale www.familymi.com, e i suoi 30 video tutorial con il questionario sulle competenze.

La Seconda Edizione lanciata nell’Aprile 2018 ha già esaurito le sue prime 20mila copie e mira a consolidare la strada della consapevolezza finanziaria per le famiglie, le future generazioni di investitori, gli anziani e le donne in difficoltà attraverso le parole chiave di un mondo della finanza in grande evoluzione, sia a livello domestico che globale, e viene distribuito gratuitamente a tutti i partecipanti ai corsi del Progetto Donne al Quadrato e agli eventi FamilyMe.

La prima edizione del Glossario è stata distribuita da Giunti Scuola per un totale di 120.000 copie tra e-book e versione cartacea in oltre 680 scuole italiane, a studenti, insegnanti e dirigenti scolastici delle classi IV e V della scuola secondaria di secondo grado, limitatamente a istituti tecnici con indirizzo economico amministrativo e con indirizzo turistico, e a licei scientifici e di scienze umane  con indirizzo economico sociale, che avevano scelto percorsi di AsL di educazione finanziaria nelle Regioni pilota: Lombardia , Lazio, Piemonte ed Emilia Romagna.